il virtuale del virtuale: overdose.

credo che ormai ci siamo…siamo arrivati all’overdose di social, con l’avvento delle storie sui maggiori network usati: facebook, instagram e a breve su whatsapp…in pratica in ogni social si dovrebbe mettere due cose di base al giorno, post e storie, e ovviamente anche seguirle se interessati alle attivita’ di determinate persone, quindi tutto raddoppia, disperdendo le notizie e rendendo difficile seguire e farsi seguire…sono sempre piu’ le persone che preferiscono postare solo su instagram , chattandoci pure ( ma occhio che vengono notificati gli screenshot delle chat interne all’altra persona ) , evitando facebook, messenger e perfino whatsapp, troppo rintracciabile e sgamabile e problematico quindi per le coppie a causa delle visualizzazioni degli accessi…basta mettere un lock al telefono, un codice o le impronte,direte voi , ma se si mette un codice significa che si ha qualcosa da nascondere, quindi è lo stesso la morte. Non serve a nulla neanche la famosa prova d’amore di togliersi da facebook, magari insieme, perche’ tanto ce ne sono altri cento di luoghi on line dove scambiarsi chat o messaggi per eventuali accordi o conoscenze ” segrete”. Oggi non ci si fa piu’ a seguire qualcuno , facebook, twitter, tumbler, pinterest, snpachat, you tube, we chat, telegram ecc ecc siamo sparsi dovunque…persone che credi immuni a social poi li trovi su tumbler che hanno mille foto , cento selfie e decine di articoli e microblog su wordpress, che hanno una vita parallela alla vera, quindi perfino alternativa alla alternativa di facebook, ormai considerato pari alla vita reale, che reale non è …siamo pezzi, frammenti , frasi e post e selfie sparsi in rete, nelle smart tv, nelle playstation social, negli ipad, dei quali nostri pezzi manco ci ricordiamo mentre qualcuno puo’ trovarli in blog nascosti, sapendone di noi piu’ di quanto ci ricordiamo noi. E siamio anche invasi di false notizie, al punto che se leggiamo di un attentato al colosseo ci crediamo, e magari dubitiamo di un terremoto sotto i ns piedi . Siamo all’overdose gente, e internet non è piu’ un luogo di informazione , visto che ogni volta che chiediamo un parere medico ci prospettano la morte a breve, non è neanche piu’ un luogo dove essere social, visto che siamo finti nei social, molto piu’ di quanto lo siamo nella vita reale, maschere, e maschere per le maschere. Questo siamo, e neanche piu’ rintracciabili, visto che non riusciamo neanche a trovare i falsi falsi noi stessi.wpid-wp-1446119751167.png

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...